Versione Italiana
English Version
Arrivo:
Partenza:
Sistemazione:
Nr. Case/Tende*:
 
*Indicate quante Case (Bungalow, Mobile Home) o Posti Tenda desiderate prenotare
I nostri Prezzi
Camping Sophia - Ragusa
Fonte immagine: bric72 -> https://www.flickr.com/photos/bric72/
Ragusa dista dal Camping Sophia circa un’ora di automobile. Altra perla del barocco siciliano, triste frutto della devastazione subita nel 1693 ad opera dello stesso sisma che distrusse Noto. Gli artisti e gli architetti che si operarono a ricostruirla, riuscirono magistralmente a coniugare la tradizione antica col gusto moderno, restituendo ai posteri una città non meno magnificente della “versione” antica. L’eredità medievale è ad esempio conservata nel quartiere di Ibla, ricostruito sullo stesso antico impianto. A Ibla si è voluto affidare anche l’eredità dell’antica città sicula Hybla Heraia , da cui deriva il nome.
Il nucleo cittadino di Ragusa, per buona parte situato su un altopiano dei Monti Iblei, sfiora i 680 metri di altitudine, essendo così interessato da temperature mediamente più miti rispetto alla fasce costiere siciliane. Il territorio comunale è prevalentemente collinare e intercalato da vallate e canyon, contrassegnato nella quasi totalità da coltivazioni di carrubi e olivi, separate da caratteristici muri a secco in pietra calcarea , la cui costruzione ha origine a partire dal XV secolo, quando il conte Giovanni Bernardo, multato dalla corte palermitana, fu costretto progressivamente a suddividere e a cedere il proprio feudo ai contadini a fronte di modesti canoni, i quali contadini li delimitarono con le stesse pietre dissodate al fine di renderli coltivabili.
Le spiagge sono sabbiose e il fondale del mare particolarmente basso. Località balneari rinomate sono le frazioni Marina di Ragusa e Punta Braccetto.
Dal 2002 Ragusa è patrimonio dell’UNESCO, per le cinquanta chiese in stile tardo barocco a Ibla e per gli ingenti e ricchi siti archeologici. Tuttavia poco è rimasto delle strutture precedenti al 1693. Del primo Duomo di San Giorgio, edificato nel XII secolo, purtroppo non rimane che il portale e poche sculture. La sua ricostruzione è però considerata fra le massime espressioni mondiali di architettura barocca. Notevole è anche il barocco della Cattedrale di San Giovanni Battista, fra le più grandi chiese in Sicilia. La Chiesa di Santa Maria dei Miracoli, di origine bizantina, a Ragusa è l’unica a pianta ottagonale: ospita un misterioso dipinto con caratteri cirillici preslavi. La torre campanaria della Chiesa di San Francesco all'Immacolata è di origione sveva e tra le più antiche della Sicilia. La Chiesa di San Vincenzo Ferreri è internamente affrescata con pitture murali rappresentanti la Ragusa medioevale. Degne di menzione in quanto magnificenze architettoniche barocche, sono anche le chiese di Santa Maria dell'Itria, Santa Maria delle Scale, San Filippo Neri, San Giuseppe, Santa Maria di Gesù e delle Santissime Anime del Purgatorio.
Il Circolo di conversazione è una struttura oggi privata, voluta dall'aristocrazia ragusana nel 1850, costruita in stile neoclassico, chiamata anche Caffè dei cavalieri. Il Palazzo Zacco, in stile rococò, è oggi sede del museo delle tradizioni ragusane. La Porta Walter (o Vattiri), del XVII secolo, è l'unica delle cinque porte d'ingresso alla città antica che ha resistito al terremoto, così come le Mura bizantine, nei pressi della Chiesa del Santissimo Signore Trovato, edificate nel secolo VIII. Nei pressi dell’omonima contrada, attorniato da otto ettari di alberi di Ficus, il Castello di Donnafugata, dimora nobiliare dal XIV secolo, venne edificato sulla struttura di una torre duecentesca. Conserva molti arredamenti originali appartenuti alle famiglie che vi hanno risieduto. Architetture non religiose di notevole interesse artistico e architettonico a Ragusa sono il Palazzo Schininà di Sant'Elia, il Palazzo Sortino-Trono, il Palazzo Bertini, il Palazzo La Rocca, il Palazzo Nicastro, il Palazzo Cosentini e il Palazzo Battaglia. Nei pressi di Marina di Ragusa, resiste ancora la Torre Cabrera, eretta per la difesa costiera nel XVI secolo
A Ibla è stato realizzato nella seconda metà del XIX secolo lo splendido Giardino Ibleo, oggi parco pubblico della città.
Ragusa è detta anche città dei ponti, poiché ospitante Il Ponte Vecchio, costruito a metà del 1800, il Ponte Nuovo, inaugurato nel 1937 e il Ponte Papa Giovanni XXIII, realizzato nel 1964, detto anche Ponte Nuovissimo.
I siti e i ritrovamenti archeologici a Ragusa e nel suo territorio, testimoniano millenni di storia, come i raschiatoi e le lame in pietra scheggiata, risalenti a 30000 anni fa, trovati nei pressi di Marina di Ragusa e conservati al Museo archeologico ibleo, come i resti dell’antica colonia siracusana di Kamarina, come il Monte Arcibessi con le sue vestigia di abitati preistorici e insediamenti greci, romani e medievali, come l’antica città portuale greco-romana di Kaukana, come Castiglione, antico insediamento siculo-greco.
Ragusa è tra i poli agricoli, lattiero-caseari e zootecnici più importanti d’Italia, Rinomati sono il Caciocavallo ragusano, l’olio DOP dei Monti Iblei e il vino DOCG Cerasuolo di Vittoria (prodotto anche nel territorio ragusano).
Fonte: Antonino Rampulla
Anche nel 2018 il Giro d’Italia farà tappa in Sicilia. Il prossimo maggio saranno infatti tre le frazioni che riporteranno la corsa ciclistica sulle strade siciliane. Dopo il prologo in Israele, la carovana rosa arriverà a Catania, da dove, martedì 8 maggio, prenderà il via la tappa di media montagna che si concluderà dopo 191km nella splendida...   Continua a leggere >>
Forse non tutti sanno che tra la fine del 1944 e l’inizio del 1945, la Sicilia sudorientale fu sconvolta da una serie di tumulti, che sfociarono in vere e proprie ribellioni, in seguito alla decisione del neonato Regno d’Italia del Sud di richiamare alle armi una leva di giovani che ormai considerava chiusa la guerra da un paio di anni. Ebbe...   Continua a leggere >>
Approfitto di quest’articoletto per rispondere alla frequente richiesta di informazioni in relazione alla spiaggia più vicina al nostro camping. Si tratta della spiaggia di Marzamemi, ossia la Spinazza. Dista dal campeggio poco meno di 2 km e si estende dalla diga di Marzamemi alla suggestiva scogliera di Bove Marino, spartiacque tra Marzamemi e...   Continua a leggere >>
Apprendiamo dal sito istituzionale del Libero Consorzio Comunale di Siracusa (ex provincia regionale di Siracusa, ma non ancora per il sito web…), che con ordinanza del Capo Settore, geometra Michele Smiriglio, sarà chiusa la strada provinciale 19 Noto-Pachino, tra la strada...   Continua a leggere >>
Vini Sultana dedica agli ospiti dell’Agricamping Sophia un menu di prodotti tipici locali, con un gustoso primo e un dolce siciliano, accompagnati dall’immancabile qualità del vino di propria produzione. A soli 15 euro a persona, solo a pranzo, ecco a voi il Menu...   Continua a leggere >>
Il 20 e il 21 febbraio 2017, su Rai 1, è stata trasmessa la miniserie televisiva I fantasmi di Portopalo, tratta dall’omonimo romanzo-inchiesta del giornalista Giovanni Maria Bellu, interpretata tra gli altri da Giuseppe Fiorello e Giuseppe Battiston. Narra del naufragio dell’F174 a largo di Portopalo di Capo Passero, la notte di Natale del 1996,...   Continua a leggere >>
La buona cucina è per noi siciliani un chiodo fisso. Tuttavia è necessario sfatare un luogo comune: che i siciliani parlino di cibo anche quando mangiano. Infatti non si tratta affatto di un luogo comune: è l’assoluta verità… Non c’è occasione in cui a un certo punto i siciliani non si ritrovino a disquisire sulla bontà di tal piatto in tal...   Continua a leggere >>
L’ormai tradizionale appuntamento estivo al Teatro Greco di Siracusa con la commedia e la tragedia classica è dedicato al rapporto indissolubile tra il teatro e l’antica polis che celebra 2750 anni dalla sua fondazione. Il 6 maggio esordisce Sette contro Tebe di Eschilo che si alterna con Fenicie di Euripide fino al 25 giugno. E’ poi il turno...   Continua a leggere >>
Il tradizionale Ciclo di Rappresentazioni Classiche al Teatro Greco di Siracusa giunge quest’anno alla sua cinquantaduesima edizione: da venerdì 13 maggio a domenica 19 giugno si susseguiranno a giorni alterni le rappresentazioni dell’Elettra di Sofocle e dell’Alcesti di Euripide, per poi concludersi con la messa in scena della Fedra di Seneca...   Continua a leggere >>
L’inverdurata è un concorso di mosaici vegetali ideato dall’APAC, l’Associazione Pachinese Anti Crimine, al fine di promuovere la legalità come valore imprescindibile per la crescita della comunità pachinese. Si svolge a Pachino, dal 2004, nel mese di maggio (poiché dedicato, in memoria alla strage di Capaci, alle vittime delle mafie). I frutti...   Continua a leggere >>
Dall’1 gennaio 2016 anche nel Comune di Noto è stata istituita l’imposta di soggiorno, al fine di finanziare attività correlate al turismo, quali (cito testualmente dalla delibera n. 89 dell’1/12/2015 del Consiglio Comunale di Noto) “sviluppo degli itinerari tematici e dei circuiti di eccellenza”, “ristrutturazione e adeguamento delle strutture e...   Continua a leggere >>
Sabato 30 aprile 2016, in una fresca serata primaverile, in piazza Regina Margherita a Marzamemi, l’associazione Trifase Music in collaborazione con varie aziende agricole e attività commerciali, ha organizzato e promosso, in occasione dell’Continua a leggere >>
Accade in Sicilia, a Messina, la città “babba”, così come strumentalmente veniva definita dagli stessi soggetti che fino a qualche annetto fa sguazzavano quasi indisturbati nella commistione tra cattiva politica, mafia e certa “massoneria” deviata, agendo nel disinteresse dei cittadini e a danno del bene comune. Accade che il 21 marzo 2016,...   Continua a leggere >>
Scrivo questo "post" a beneficio dei miei colleghi proprietari e gestori di strutture ricettive. Ogni tanto mi capita di ricevere strane richieste di prenotazione in lingua inglese, che alla seconda o terza risposta si rivelano per quello che sono: un tentativo di truffa. Non si tratta di un caso isolato. Tramite una breve ricerca su google mi...   Continua a leggere >>
1. Agli uomini è vietato l’ingresso ai servizi igienici riservati alle donne. Per par condicio ;) alle donne è vietato l’ingresso ai servizi igienici riservati agli uomini.

2. Sono vietati schiamazzi da mercato in qualunque ora della giornata: è auspicabile la comunicazione verbale solo in prossimità dell'interlocutore.

3....   Continua a leggere >>
Calamosche è la spiaggia più celebre della Riserva di Vendicari, habitué della Guida Blu di Legambiente, tra gli arenili più belli d’Italia. E’ una caletta di sabbia fine e chiara, estesa per 200 metri, tra due scogliere che la riparano dalle correnti, favorendo così un mare generalmente...   Continua a leggere >>
San Lorenzo è a soli 3 km dal Camping Sophia. Contrada situata tra Marzamemi e Vendicari, è costituita da un’incantevole serie di spiagge di sabbia fine e chiara, spesso intercalate da scogliere, le quali si affacciano su un mare caraibico, cristallino, dal fondale sabbioso, poco profondo (adatto quindi per famiglie con bambini). Tali spiagge si...   Continua a leggere >>
La chiave di volta per comprendere quando non sia necessario pagare alcuna tariffa alla SIAE, sta nell’abrogazione implicita del REGIO DECRETO 18 maggio 1942, n. 1369, art. 51 che regola l’attuazione, degli articoli 175 e 176 della Continua a leggere >>
La Sicilia Sud Orientale fu teatro di eventi bellici che segnarono indelebilmente la storia del Novecento. Qui i tristi ricordi di guerra sono ancora vivi fra gli anziani, i quali dovettero condividere gli anni felici della giovinezza con la paura che gli eventi bellici da un momento all’altro sconvolgessero la loro vita e fagocitassero le loro...   Continua a leggere >>
La tradizione storiografica racconta che Siracusa, sebbene già abitata da tempi immemori, fu fondata nel 734 a.C., ad opera di greci di Corinto. Divenne fra le città più importanti e popolose dell’antichità. Il nucleo storico siracusano, l’isola di Ortigia, fu la prima zona ad essere abitata e l’ultima ad essere abbandonata quando le carestie e le...   Continua a leggere >>
Al IV (e ultimo) atto, il riso si sarà ormai raffreddato e asciugato abbastanza da poter essere facilmente lavorato, quindi …

- Diamo forma all’arancino/a

Mettiamo un po’ di riso nella mano sinistra (viceversa se mancini), modellandolo in modo da ottenere una piccola concavità al centro, che andremo a riempire con un...   Continua a leggere >>
Dell’arancino/a non vi è che un’unica certezza (a parte la prelibatezza…): esistono miriadi di versioni. Non vi do quindi una ricetta in particolare, ma vi suggerisco vari modi di preparazione, più o meno dosati per 4 persone.

Gli ingredienti quasi essenziali

Procuratevi innanzitutto la materia prima, ossia 350-400 grammi...   Continua a leggere >>
Lo si chiami arancino o lo si chiami arancina, si tratta sempre della medesima pietanza? In altre parole, l’arancina di carne palermitana corrisponde all’arancino al sugo messinese? Più no che sì. A parte qualche ingrediente come il riso e la mollica (pangrattato per il resto del mondo…) e che entrambi vengano fritti, per il resto si tratta di due...   Continua a leggere >>
Non me ne vogliano i miei conterranei occidentali, ma vivendo nella parte orientale della Sicilia, non posso non declinare al maschile la più celebre pietanza siciliana nel mondo, ossia l’ARANCINO! Tuttavia, a prescindere dalla diatriba irrisolta sull’origine (e quindi sulla declinazione), sono persuaso che in tutta la Sicilia, da Messina a...   Continua a leggere >>
Il ragusano comincia con il barocco e il liberty di Ispica, col suo Parco archeologico della Forza, le riserve naturali dell’omonima Cava, di Maccone Bianco, dei pantani Bruno e Longarini e dell'Isola dei Porri, a due chilometri dalla costa. Splendida è la spiaggia dorata di Santa Maria del Focallo, habitué della Continua a leggere >>
La leggenda narra che i monti Iblei, celanti tra le loro valli l'"onirica" riserva naturale di Cavagrande del Cassibile, vennero così chiamati in onore del re siculo Hyblon. A Cavagrande si accede tangendo Avola. Profondi canyon scavati da tempi immemori dal fiume Cassibile, originano cascate e laghetti balneabili, raggiungibili percorrendo...   Continua a leggere >>
La storia di Noto è millenaria. Da sempre tra le più importanti e influenti città siciliane. Il suo nome è la sua essenza: dall'arabo "noto", non ha mai mutato il suo significato di città notabile, conservandolo dopo millenni anche in italiano. L'antica Noto, nel 1693 subì un terremoto che la devastò. Come l'araba fenice risorse la sue ceneri...   Continua a leggere >>
Pachino è una cittadina dall’economia prevalentemente agricola, famosa in tutto il mondo per l'eccellente pomodoro “ciliegino”. Fortemente in crescita sono anche le quotazioni del suo vino rosso, prevalentemente di Nero d’Avola, la cui fama sembra risalire alla Magna Grecia che soleva chiamare le sue colline "Paxus Oinos", ossia terra di...   Continua a leggere >>
L’Agri Camping Sophia si trova tra Pachino e Marzamemi, a circa 30 metri sul livello del mare, nella parte sud-orientale della provincia di Siracusa, a un chilometro e mezzo dal Mar Ionio e a sette dal Canale di Sicilia. Il clima è quindi tipicamente Mediterraneo, mite in primavera e in autunno, con temperature fresche in inverno (ma raramente al...   Continua a leggere >>
Che c'entrano un chitarrista e un batterista nel logo di un agricampeggio? C'entrano, c'entrano... La stagione estiva 2014 che sta per concludersi, più volte nei pressi del chioschetto dell'Agri Camping Sophia ha visto l'insolita (ma non troppo...) presenza di una batteria, una chitarra, un basso, una tastiera e un microfono, al servizio di jam...   Continua a leggere >>
La prima volta che sentii parlare di strategia rifiuti zero ero referente di Messina della Rete Lilliput (movimento politico apartitico ispirato dal missionario Alex Zanotelli). Mi affascinava l’idea di rimettere in un circolo virtuoso il rifiuto, in maniera radicale. Di fondo non c’era solo un’idea ecologista, bensì trovavo ripercussioni sia in...   Continua a leggere >>
In diverse occasioni si è scritto e affermato, non senza una certa soddisfazione, che Portopalo di Capo Passero si trova al di sotto del parallelo di Tunisi… Forse a volerne sottolineare il clima, simile all’area nord magrebina. Forse a rimarcarne la posizione non solo geografica ma anche culturale come luogo di frontiera, confine tra mondi...   Continua a leggere >>
A un anno dall’apertura dei battenti, il Camping Sophia ha avuto l’onore di ospitare eventi di live music di tutto rispetto, in cui hanno suonato anche bands di una certa risonanza nel panorama underground nazionale. E’ d’obbligo premettere che l’organizzazione di eventi di musica dal vivo, in special modo quando non vi è alcuna strizzatina...   Continua a leggere >>
Il Nero d’Avola è un vitigno tipico della zona di Noto e Pachino (l’Agri Camping Sophia ne ospita una piccola vigna). Il vino derivatone (di elevata gradazione alcolica, corposo e dalla buona acidità) nel XIX secolo veniva acquistato da commercianti francesi per tagliare i loro vini. Oggi è commercializzato sia in purezza, sia insieme ad altre uve...   Continua a leggere >>
L’Infiorata è una manifestazione artistica che si svolge a Noto generalmente durante la terza domenica del mese di maggio. Nata nel 1980 dall’incontro tra artisti infioratori di Genzano (cittadina nel cui seno nasce la particolare tecnica pittorica) e Netini. La "salita" di via Corrado Nicolaci, si tinge di primavera, vestendosi di un soffice...   Continua a leggere >>
Il Festival del Cinema di Frontiera prende il via nel 2000. A Piazza Regina Margherita o nella Tonnara (in zona “Balata”) di Marzamemi (a 2 km dall’Agri Camping Sophia) vengono proiettati film e cortometraggi provenienti da tutto il mondo. Il festival ha visto la partecipazione di artisti del calibro di Luca Zingaretti, Jasmine Trinca, Luigi Lo...   Continua a leggere >>
A pochi chilometri dall’Agri Camping Sophia si dipana, per 1512 ettari, la Riserva naturale orientata Oasi Faunistica di Vendicari. I suoi pantani fungono da sosta per numerosi uccelli migratori che, in determinati periodi (in particolare nel mese di dicembre), è possibile osservare (birdwatching) dagli appositi punti d’osservazione. S’incontrano...   Continua a leggere >>
Un fatto è certo: la cultura antica e classica hanno lasciato tracce così profonde e indelebili in Sicilia, che nessun'altra civiltà o dominazione succedutasi nel corso della storia è mai riuscita a cancellare o a far dimenticare. Gli antichi resoconti storici, spesso conditi da aspetti leggendari e imprecisioni geografiche, hanno contribuito ad...   Continua a leggere >>
Home | Dove | Tariffe | Contatti
News | Video | Photogallery | Link Amici e Convenzioni
Sitemap